Biglietti elettronici

La validità dei biglietti acquistati tramite SMS scatta dal momento in cui si riceve il messaggio di conferma. In assenza di conferma, il biglietto non può mai ritenersi valido e, pertanto, si è sempre sanzionabili.

I motivi possono essere diversi. Per esempio, potrebbero essere bloccati sullo smartphone i servizi a pagamento, oppure il credito residuo potrebbe non essere sufficiente. Inoltre, bisogna ricordare che il servizio è attivo esclusivamente sulle reti italiane degli operatori Vodafone e WindTre.

Sì, il costo è lo stesso, ma al prezzo del biglietto bisogna sempre aggiungere il costo dell'SMS applicato dall’operatore telefonico.

I biglietti elettronici acquistati tramite l’app di Tpl Fvg, tramite SMS o tramite altri canali collegati a Tpl Fvg devono sempre essere acquistati prima di iniziare il viaggio. Quelli acquistati tramite app devono inoltre essere attivati, non appena saliti a bordo, inquadrando il codice QR presente su tutti i mezzi. Acquisti o attivazioni tardive o effettuate alla vista degli agenti verificatori sono sempre, e senza eccezioni, comportamenti sanzionabili.

I biglietti elettronici acquistati dal sito o dalla mobile app di Tpl Fvg sono visualizzabili esclusivamente all'interno della app con lo stesso account con il quale si è fatto l'acquisto, e non è mai possibile stamparli. Inoltre, per policy di sicurezza e norme anticontraffazione, i biglietti elettronici non sono mai trasferibili da un account all'altro, (se fossero trasferibili come dei normali file, se ne potrebbero fare infinite copie). Su richiesta, è possibile trasferire i titoli da un dispositivo all’altro solo quando i dispositivi utilizzino lo stesso account (per esempio, nel caso di un biglietto acquistato da un genitore per il figlio). In questo caso, la richiesta va fatta inviando un messaggio di testo via Whatsapp al numero 3346847542. La procedura richiede alcune ore e non è operativa nei week-end.

Bambini

Viaggiano gratuitamente sugli autobus di Tpl Fvg i bambini che non superino il metro di altezza. Inoltre, possono viaggiare gratuitamente i bambini di età inferiore ai 10 anni non compiuti purché accompagnati da un familiare in possesso di un regolare titolo di viaggio. Per familiari si intendono i genitori naturali, i genitori affidatari e i parenti di secondo grado (nonni, fratelli e sorelle, purché abbiano compiuto il quattordicesimo anno d’età). Su richiesta degli agenti verificatori di Tpl Fvg, l’età dei minori deve essere certificata con un valido documento di riconoscimento oppure con il tesserino d’identità rilasciato da Tpl Fvg.

Sì, i bambini non accompagnati di età inferiore ai 10 anni e di altezza superiore al metro devono sempre essere in possesso di un regolare titolo di viaggio.

Non esiste in Italia una norma che stabilisca un limite al di sotto del quale un bambino non può viaggiare sugli autobus senza un accompagnatore. Si tratta pertanto di una decisione che spetta esclusivamente alle famiglie. Molte scuole incentivano l’autonomia dei ragazzi fin dalle scuole elementari e, in certi contesti territoriali, i bambini viaggiano da soli fin dall’età scolare.

Viaggiano gratuitamente sulle motonavi di Tpl Fvg i bambini di altezza inferiore al metro fino a un massimo di 3 bambini per accompagnatore, e i bambini di età inferiore ai 10 anni non compiuti purché accompagnati da un familiare in possesso di un regolare titolo di viaggio. Si intendono per familiari i genitori naturali, i genitori affidatari e i parenti di secondo grado (nonni, fratelli e sorelle, purché abbiano compiuto il quattordicesimo anno d’età). Su richiesta degli agenti verificatori di Tpl Fvg, l’età dei minori deve essere certificata con un valido documento di riconoscimento oppure con il tesserino d’identità rilasciato da Tpl Fvg.

Per ragioni di sicurezza, i bambini di età inferiore ai 12 anni, per viaggiare a bordo delle motonavi di Tpl Fvg, devono sempre essere accompagnati da un adulto.

Le regole di viaggio in emergenza sanitaria

La mascherina sui mezzi del servizio di trasporto pubblico locale è sempre obbligatoria per l'intera durata del viaggio: deve essere correttamente indossata e deve adeguatamente coprire naso e bocca. La polizia locale e le forze di polizia eseguono quotidiani controlli su tutta la rete, anche in borghese. La sanzione in misura ridotta per chi viaggia senza mascherina è di 533,33 euro (373,33 se si paga entro il quinto giorno). Sono esentate dall'indossare la mascherina le persone con disabilità o con problemi medici certificati che ne impediscano l'uso.

La sanzione in misura ridotta per chi viaggia senza mascherina a bordo dei mezzi del servizio di trasporto pubblico locale è di 533,33 euro (373,33 se si paga entro il quito giorno).

Sì, la mascherina va sempre indossata anche nelle autostazioni e alle fermate, soprattutto in presenza di altre persone. Si tratta prima di tutto di una regola di buon senso e di un atto di rispetto per chi ci sta accanto.

La capienza massima consentita a bordo degli autobus, secondo le disposizioni attualmente in vigore, è fissata all’80% dei passeggeri trasportabili riportati nella carta di circolazione dei bus. Il numero è indicato anche nei cartelli esposti a bordo di ciascuna vettura.

Facciamo alcuni esempi pratici:

Un autobus urbano 12 metri, a seconda del modello e del produttore, è omologato mediamente per il trasporto di 100 passeggeri. Con le limitazioni di capienza potrà quindi trasportare fino a 80 persone.

Un bus extraurbano da 12 metri è omologato per trasportare in media 53 persone a sedere e 20 in piedi, per un totale di 73 passeggeri. Con la capienza all’80% sono ammesse al massimo 58 persone. Questo materialmente comporta la possibilità di avere tutti i posti a sedere occupati ed alcuni passeggeri in piedi.

Analogamente, in un bus a due piani ci sono in media 82 posti a sedere e 18 in piedi: con le limitazioni sono consentite a bordo 80 persone, che occuperanno tutte le sedute disponibili.

I numeri dei passeggeri ammessi con l’80% della capienza, come evidenziato dagli esempi, non permettono il distanziamento interpersonale di 1 metro e la percezione di affollamento a bordo non implica il superamento della capienza consentita.

Tesserini d'identità

Il tesserino identificativo rilasciato da Tpl Fvg, disciplinato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, ha principalmente due funzioni. Innanzitutto, consente agli agenti verificatori di identificare gli abbonati in caso di controlli a bordo, impedendo per esempio che un unico abbonamento possa essere utilizzato da più persone: in Italia non esiste infatti alcuna norma che obblighi le persone ad avere con sé un documento d’identità, mentre il tesserino di Tpl Fvg può ritenersi, a tutti gli effetti, un documento accompagnatorio degli abbonamenti al servizio. Secondariamente, il tesserino contiene i dati dell’abbonato e rende più facile e veloce qualunque tipo di operazione (dagli acquisti online all’autocertificazione necessaria per accedere a sconti o altri benefici).

Lo è per tutti gli abbonati: senza tesserino, non si possono acquistare abbonamenti.

Lo si può richiedere gratuitamente presso le biglietterie Core o Active allegando al modulo disponibile qui una fototessera, la copia di un documento di identità e la copia del codice fiscale dell'intestatario (tessera sanitaria o nuova carta d'identità). In alternativa, lo si può richiedere online dalla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg: in questo caso c’è un costo di emissione di 5 euro (a copertura delle spese di spedizione) e il tesserino viene inviato via posta ordinaria all’indirizzo indicato dal cliente.

Quando si acquista il tesserino online, viene inviato all’indirizzo di posta elettronica del cliente un tesserino provvisorio, che può essere ritenuto valido fino al ricevimento di quello definitivo. Per il recapito di quest’ultimo può essere necessario anche più di un mese, soprattutto nei momenti di maggiore traffico. Occorre sempre fare attenzione a indicare correttamente l’indirizzo del destinatario: molti tesserini ritornano al mittente perché il servizio postale non è stato in grado di individuare il titolare del tesserino. Trascorsi due mesi, nel caso il tesserino definitivo non fosse ancora stato ricevuto, si può inviare una segnalazione a Tpl Fvg all’indirizzo di posta elettronica servizioclienti@tplfvg.it.

È sufficiente entrare con le proprie credenziali nella piattaforma di webticketing, fare clic su AGGIUNGI TESSERA IN ELENCO, inserire i dati dell’abbonato e confermare l’operazione. Nel caso si sia in possesso di un tesserino emesso prima del subentro di Tpl Fvg da una delle aziende consorziate, è necessario anteporre al codice numerico riportato sul tesserino un prefisso territoriale che varia in base all'azienda emittente.

Nel caso in cui il codice del vecchio tesserino abbia 6 cifre, i prefissi da anteporre sono i seguenti:

  • 5 per APT;
  • 9 per ATAP;
  • 7 per Arriva Udine (ex SAF);
  • 3 per Trieste Trasporti.

Se invece il codice del vecchio tesserino ha 5 cifre, i prefissi da anteporre sono questi:

  • 50 per APT;
  • 90 per ATAP;
  • 70 per Arriva Udine (ex SAF);
  • 30 per Trieste Trasporti.

Certamente, a uno stesso profilo possono essere associati, per esempio, i tesserini identificativi di tutta la famiglia: per farlo è sufficiente fare clic su AGGIUNGI TESSERA IN ELENCO tante volte quante sono gli abbonati.

Dal momento dell’emissione servono circa 24 ore affinché il sistema riconosca il tesserino dell’abbonato: dal giorno successivo all’emissione il tesserino può essere correttamente associato al proprio profilo.

Il tesserino provvisorio ha una validità di due mesi dalla data di acquisto. Tuttavia, se il tesserino definitivo non dovesse essere recapitato in tempo, il tesserino provvisorio deve intendersi validamente utilizzabile anche dopo il secondo mese. Il codice cliente riportato sul tesserino provvisorio può essere normalmente utilizzato per effettuare acquisti sulla piattaforma di webticketing.

Webticketing

Il cliente non può mai modificare in autonomia l’indirizzo di posta elettronica associato al proprio profilo personale: trattandosi di un campo chiave, la modifica può essere fatta solo dagli operatori di Tpl Fvg. Per richiedere la sostituzione di un indirizzo di posta elettronica si può inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica servizioclienti@tplfvg.it oppure scrivere un messaggio via Whatsapp al numero di assistenza 3346847542.

Il sistema comunica un errore nella compilazione del codice fiscale quando le informazioni anagrafiche inserite non corrispondono, appunto, al codice fiscale. In genere accade quando si invertono il nome e il cognome nei relativi campi, oppure se non si spunta la casella relativa al sesso, oppure ancora se non si seleziona la località di nascita fra quelle disponibili nel menù a tendina. Nel caso in cui il messaggio di errore dovesse persistere, si può chiedere assistenza scrivendo all’indirizzo di posta elettronica servizioclienti@tplfvg.it oppure inviando un messaggio di testo via Whatsapp al numero 3346847542.

Se dopo aver concluso la prima parte della procedura di registrazione non dovesse arrivare la mail di conferma, occorre verificare che questa non sia finita nello spam o nella cartella della posta indesiderata. Nel caso il messaggio non si trovasse neppure in spam, si può chiedere assistenza al servizio clienti di Tpl Fvg inviando un messaggio via Whatsapp al numero 3346847542 (solo messaggi testuali).

Il messaggio significa che l’indirizzo IP da cui si sta navigando è compromesso, e dunque non è ritenuto sicuro ed è finito temporaneamente in black list (l'indirizzo IP è un'etichetta numerica che identifica univocamente un dispositivo collegato a una rete informatica). Quando appare questo messaggio, occorre necessariamente cambiare fornitore di connettività: se per esempio si sta navigando da casa con un wifi dell’operatore A, bisogna connettersi da un’altra rete gestita dall’operatore B (per esempio dall'ufficio, oppure utilizzando il proprio cellulare). Non basta cambiare dispositivo: bisogna cambiare rete. Tpl fvg, a tutela dei dati della clientela e delle transazioni finanziarie che avvengono su https://abbonamentionline.tplfvg.it, ha una policy sulla sicurezza informatica molto rigorosa, e quando un indirizzo IP viene segnalato, per qualche settimana viene purtroppo messo in lista nera ed è conseguentemente molto limitato.

Animali

Gli animali sono sempre i benvenuti a bordo degli autobus di Tpl Fvg, ma ci sono alcune semplici regole da seguire. Innanzitutto i cani (a eccezione dei cani guida destinati all'assistenza di persone non vedenti), devono sempre essere muniti di museruola e guinzaglio. Per i cani di piccola taglia o che si trovino in particolari condizioni anatomiche, fisiologiche o patologiche che impediscano l’uso della museruola, è consentito l’uso di trasportini, gabbie, ceste o altri contenitori privi di spigoli. Il trasportino deve essere idoneo e opportunamente chiuso e deve completamente contenere l’animale, evitandone il contatto con l’esterno. Anche i gatti e altri animali d’affezione di piccola taglia devono sempre viaggiare all’interno di trasportini.

No, il trasporto di un animale è sempre gratuito, indipendentemente dalle dimensioni.

No, in assenza di trasportino, la museruola è sempre obbligatoria indipendentemente dalla taglia. Ne sono esentati solamente i cani guida destinati all'assistenza di persone non vedenti.

Su ciascun mezzo non è mai ammesso il trasporto di più di due animali contemporaneamente, oltre agli eventuali cani guida presenti.

Abbonamenti agevolati

Gli abbonamenti agevolati sono abbonamenti rilasciati alle persone con disabilità o con invalidità in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 34 della legge regionale 20 agosto 2007, n. 23. Valgono 12 mesi solari e consentono di viaggiare sull’intera rete del servizio urbano indicato sull’abbonamento oppure, nel caso l’abbonamento riguardi il servizio extraurbano, su un massimo di cinque percorsi scelti dal cliente.

Il costo annuale degli abbonamenti agevolati è pari all’1,5% della corrispondente tariffa ordinaria. Il costo raddoppia nel caso in cui l’avente diritto abbia bisogno di un accompagnatore.

Le tariffe degli abbonamenti agevolati urbani sono disponibili qui.

Quelle degli abbonamenti agevolati per il servizio extraurbano sono disponibili qui.

Se si richiede l’agevolazione per la prima volta, è innanzi tutto necessario rivolgersi ai competenti uffici della Regione Friuli Venezia Giulia che provvedono a certificare il possesso dei requisiti. I recapiti degli uffici regionali sono disponibili qui. Una volta che è stato certificato il possesso dei requisiti, il cliente può personalmente recarsi presso una biglietteria aziendale con un valido documento d’identità. Nel caso non fosse possibile recarsi personalmente in biglietteria, si può delegare un familiare, l’amministratore di sostegno o l’associazione di categoria a cui si appartiene. È possibile emettere l’abbonamento solo dopo che all’azienda sia stato comunicato, da parte della Regione, l’effettivo possesso dei requisiti da parte dell’avente diritto.

Le biglietterie di Tpl Fvg autorizzate al rilascio di abbonamenti agevolati sono le seguenti:

Apt Gorizia

  • Gorizia (piazzale Martiri per la Libertà d'Italia, interno Stazione FS)
  • Monfalcone (via Fratelli Rosselli 13)
  • Grado (piazza Carpaccio)
  • Trieste (piazza della Libertà 9, interno autostazione)

Arriva Udine

  • Udine (viale Europa Unita 95, fronte Stazione FS, solo il martedì e il giovedì)
  • Udine (viale Europa Unita 37, autostazione, solo il martedì e il giovedì)
  • Tolmezzo (via Carnia Libera 1944, 45, autostazione)
  • Latisana (via Beorchia, autostazione)
  • Cervignano (piazza Marconi 11, autostazione)

Atap Pordenone

  • Pordenone (piazzale Caduti di Nassiriya e di tutte le Missioni di Pace 1);
  • Spilimbergo (via Ponte Roitero 2)

Trieste Trasporti

L’attestazione rilasciata dalla Regione può essere permanente o con rivedibilità: pertanto, nel caso in cui s’intenda rinnovare un abbonamento agevolato è prima necessario verificare che l’attestazione rilasciata dalla Regione non sia scaduta. Se l’attestazione risulta in corso di validità, per il rinnovo ci si può direttamente rivolgere alle biglietterie aziendali.

L’abbonamento agevolato è nominativo e personale e riporta esclusivamente il nome dell’avente diritto: nel caso il beneficiario abbia diritto a un accompagnatore, si può scegliere al momento dell’acquisto se l’abbonamento debba prevederlo oppure no. Il nome dell’accompagnatore non viene mai indicato sull’abbonamento: il beneficiario tuttavia, nel caso sia esercitata tale opzione, è obbligato a viaggiare con un accompagnatore che non deve necessariamente essere sempre la stessa persona.

No, gli abbonamenti agevolati consentono di viaggiare esclusivamente sugli autobus di Tpl Fvg. Le linee marittime sono sempre escluse dagli abbonamenti agevolati.

Rimborsi

No, gli abbonamenti rimasti in parte o del tutto inutilizzati a causa dell'emergenza sanitaria (smart working, didattica a distanza, isolamento o malattia) non possono essere rimborsati e neppure può esserne prolungata la validità. Infatti, a differenza di quanto accadde nel 2020 durante il primo lockdown, non esistono oggi disposizioni di legge nazionali o regionali che disciplinino il risarcimento dei titoli per motivi legati al Covid. I precedenti rimborsi erano contemplati dall’articolo 215 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 e facevano espresso riferimento alle misure di limitazione della circolazione attuate fra l’11 marzo e il 18 maggio 2020. In assenza di nuovi provvedimenti, l'azienda non può pertanto procedere con nuovi rimborsi.

Abbonamenti scolastici

La domanda si può presentare fino a giovedì 21 ottobre. Tuttavia, considerato il grande numero di beneficiari, è consigliabile caricare quanto prima la domanda sul portale di webticketing di Tpl Fvg.

L'agevolazione consiste in uno sconto del 50% sull’abbonamento scolastico, a cui si aggiunge una ulteriore riduzione del 5% nel caso in cui l’abbonamento venga acquistato online.

No, non ci sono soglie reddituali per accedere al beneficio. È sufficiente che lo studente sia residente in Friuli Venezia Giulia, abbia meno di 27 anni e utilizzi il servizio di trasporto pubblico locale urbano, extraurbano o misto per coprire, in parte o del tutto, il tragitto casa-scuola .

Gli acquisti sono possibili a partire dal 23 agosto: da quella data tutti coloro che hanno presentato domanda di agevolazione (e questa sia stata accolta), troveranno lo sconto precaricato a sistema, sia online (con una ulteriore riduzione del 5%) e sia presso le biglietterie e le rivendite sul territorio.

No, gli abbonamenti scolastici agevolati urbani per l’intera rete sono equivalenti a un normale abbonamento rete e possono essere utilizzati 7 giorni su 7 su tutta la rete urbana di riferimento, per corse illimitate.

No, la domanda di agevolazione per gli abbonamenti scolastici può essere presentata solo online tramite il form predisposto sul portale di webticketing di Tpl Fvg. Nel caso non si abbia accesso a un computer o si necessiti di assistenza, si può contattare via Whatsapp il servizio clienti di Tpl Fvg al numero 3346847542 (solo messaggi testuali).

Sono inoltre a disposizione questi recapiti aziendali:

APT GORIZIA | titoli.viaggio@aptgorizia.it | 0481 593513 - 0481 593515 - 0481 593520

ARRIVA UDINE | titoli.viaggio@arrivaudine.it | 0432 608199

ATAP PORDENONE | online@atap.pn.it | 0434 224411

TRIESTE TRASPORTI | biglietteria@triestetrasporti.it | 040 7795308

Per perfezionare la domanda di agevolazione è necessario allegare una copia fronte e retro del documento d’identità della persona che autocertifica e l’autocertificazione (sottoscritta con firma autografa) che viene automaticamente generata dal sistema una volta terminata la compilazione del form. La persona che sottoscrive l’autocertificazione deve essere:

  • lo studente, nel caso abbia già compiuto i 18 anni e presenti la domanda per se stesso (domande presentate a nome di fratelli o sorelle minori non potranno essere accolte);
  • il genitore o chi esercita la potestà genitoriale se il figlio o i figli sono minorenni (la domanda deve sempre essere unica per tutti gli studenti facenti parte del nucleo familiare).

No, la domanda deve sempre essere unica per tutti gli studenti facenti parte del nucleo familiare. Nel caso in cui sia già stata presentata la domanda per uno dei figli e si intenda ora presentarne una per un altro figlio, occorre contattare via Whatsapp il servizio clienti di Tpl Fvg al numero 3346847542 (solo messaggi testuali).

Sono inoltre a disposizione questi recapiti aziendali:

APT GORIZIA | titoli.viaggio@aptgorizia.it | 0481 593513 - 0481 593515 - 0481 593520

ARRIVA UDINE | titoli.viaggio@arrivaudine.it | 0432 608199

ATAP PORDENONE | online@atap.pn.it | 0434 224411

TRIESTE TRASPORTI | biglietteria@triestetrasporti.it | 040 7795308

Il documento d’identità e l’autocertificazione devono essere caricati sul portale di webticketing di Tpl Fvg una volta terminata la compilazione del form. I due file devono essere unici e la loro dimensione deve essere inferiore a 1,5 Mbyte (15.000 kb). Non è pertanto possibile caricare due file distinti per il fronte e per il retro della carta d’identità e anche l’autocertificazione deve essere composta da un unico file.

La modalità più agevole per ricercare l’istituto scolastico di riferimento è digitarne il nome: per esempio, scrivendo “Carducci” compariranno nel menù a tendina tutte le scuole della regione che si chiamano così. Nel menù sono presenti tutti gli istituti scolastici e tutte le università del Friuli Venezia Giulia. Nel caso non si riuscisse a trovare la propria scuola tra quelle disponibili, è necessario verificane il nome corretto sul sito internet dell’istituto: molte scuole, per esempio, sono identificate con il nome dell’istituto comprensivo a cui appartengono. Nel caso in cui il nome della scuola non risultasse presente a sistema, si può contattare via Whatsapp il servizio clienti di Tpl Fvg al numero 3346847542 (solo messaggi testuali).

Tre sono le opzioni disponibili, in base alle linee utilizzate dall’abbonato per percorrere (in parte o del tutto) il tragitto casa-scuola:

  • abbonamento extraurbano o abbonamento misto extraurbano + urbano (per trasferimenti che richiedano l’uso di uno o più linee extraurbane o di linee extraurbane e urbane);
  • abbonamento urbano a una sola linea (per trasferimenti che richiedano l’uso di una sola linea all’interno dall’area urbana di riferimento);
  • abbonamento urbano intera rete (per trasferimenti che richiedano l’uso di più linee all’interno dall’area urbana di riferimento).

Se la richiesta di agevolazione tariffaria viene rifiutata significa che, a seguito delle verifiche documentali, si è rilevata l’insussistenza dei requisiti per accedere al beneficio.

Se la richiesta di agevolazione tariffaria viene annullata significa che, a seguito delle verifiche documentali, si sono rilevati degli errori formali nella compilazione della domanda oppure gli allegati non sono conformi a quanto dichiarato. Per errori formali e allegati non conformi si intende:

  • la domanda di agevolazione riguarda un minore e pertanto essa deve essere presentata da un genitore o da chi ne fa le veci e anche il documento di identità deve essere quello dell’adulto che autocertifica, e non quello del minore;
  • sono stati indicati dati anagrafici non congruenti con il documento d’identità allegato (per esempio, la data o il luogo di nascita);
  • sono stati indicati gli estremi di un documento di identità difforme da quello allegato;
  • è stato selezionato un tipo di servizio diverso da quello effettivamente utilizzato per la tratta casa-scuola e su cui verrà caricata l’agevolazione;
  • è stato caricato un documento d’identità scaduto;
  • sono stati allegati file non inerenti a quanto richiesto.

Se la richiesta di agevolazione è in stato di bozza o in stato di elaborazione significa che gli allegati non sono stati correttamente caricati e salvati: è possibile per esempio che sia stata caricata una sola facciata del documento d’identità, o che il documento allegato sia quello dell’abbonato e non quello della persona che autocertifica, oppure che l’autocertificazione non sia stata firmata o sia incompleta.

Quando l’autocertificazione viene presa in carico dall'azienda, il sistema genera e spedisce automaticamente un messaggio di presa in carico all’indirizzo di posta elettronica con il quale ci si è registrati. Nel caso il messaggio non arrivasse, occorre verificare in spam o nella cartella della posta indesiderata. Entro 7 giorni dalla presa in carico, l’azienda esaminerà la domanda e provvederà a confermarla, ad annullarla o a rifiutarla. In tutte le fasi del processo, si può chiedere assistenza al servizio clienti di Tpl Fvg inviando un messaggio via Whatsapp al numero 3346847542 (solo messaggi testuali) oppure chiamando il call center ai numeri di telefono 800 052040 (per chi chiama da rete fissa) o 040 9712343 (per chi chiama da rete mobile).

Sono inoltre a disposizione questi recapiti aziendali:

APT GORIZIA | titoli.viaggio@aptgorizia.it | 0481 593513 - 0481 593515 - 0481 593520

ARRIVA UDINE | titoli.viaggio@arrivaudine.it | 0432 608199

ATAP PORDENONE | online@atap.pn.it | 0434 224411

TRIESTE TRASPORTI | biglietteria@triestetrasporti.it | 040 7795308

Quando la domanda di agevolazione viene confermata dall'azienda, il sistema genera e spedisce automaticamente un messaggio all’indirizzo di posta elettronica con il quale ci si è registrati. Se il messaggio non arriva, occorre verificare in spam o nella cartella della posta indesiderata. In tutte le fasi del processo, si può chiedere assistenza al servizio clienti di Tpl Fvg inviando un messaggio via Whatsapp al numero 3346847542 (solo messaggi testuali) oppure chiamando il call center ai numeri di telefono 800 052040 (per chi chiama da rete fissa) o 040 9712343 (per chi chiama da rete mobile).

App Tpl Fvg

I biglietti elettronici del servizio di trasporto pubblico locale non si possono mai trasferire da un account all’altro (o da un dispositivo all’altro) per policy di sicurezza e norme anticontraffazione (se fossero trasferibili come dei normali file, se ne potrebbero fare infinite copie). Su richiesta, è possibile trasferire i titoli da un dispositivo all’altro solo quando i dispositivi utilizzino lo stesso account (per esempio, nel caso di un biglietto acquistato da un genitore per il figlio). In questo caso, la richiesta va fatta inviando un messaggio di testo via Whatsapp al numero 3346847542. La procedura richiede alcune ore e non è operativa nei week-end.

In momenti di intenso traffico, può capitare che i biglietti elettronici non vengano correttamente scaricati nella app. In questo caso si può inviare un messaggio di testo via Whatsapp al numero 3346847542 per richiedere che vengano nuovamente scaricati. La procedura richiede alcune ore e non è operativa nei week-end.

Sanzioni

I biglietti cartacei devono essere convalidati non appena saliti in vettura. Se la convalida avviene tardivamente o alla vista degli agenti verificatori, si è sempre, e senza eccezioni, sanzionabili. A questo fine, fanno fede l’orario di convalida indicato sul biglietto e quello in cui sono iniziati i controlli a bordo.

Show main menu