FAQ

Domande frequenti

AGEVOLAZIONE OVER 65

La formula over 65 è un’agevolazione introdotta dalla Regione Friuli Venezia Giulia che abbatte del 50% il costo degli abbonamenti semestrali o annuali acquistati da chi risiede anagraficamente in Friuli Venezia Giulia e abbia compiuto i 65 anni di età. Indipendentemente dal canale di acquisto, l’agevolazione viene automaticamente applicata a tutti coloro che siano in possesso dei requisiti richiesti: i requisiti (età e residenza) vengono rilevati dal sistema dal tesserino identificativo del cliente (necessario per chiunque intenda sottoscrivere un abbonamento con Tpl Fvg). L’acquisto può essere fatto in qualunque momento dell’anno: non ci sono domande né autocertificazioni da presentare e non sono previste soglie di reddito. Lo sconto over 65 è cumulabile sia con le riduzioni tariffarie previste dalla promozione FORMULA FAMIGLIA e sia con lo sconto del 5% che si applica a tutti gli abbonamenti acquistati online.

A tutti gli abbonamenti semestrali e annuali di Tpl Fvg (urbani, extraurbani e misti), indipendentemente dal canale di acquisto.

Lo sconto ammonta al 50% della tariffa ordinaria.

Per accedere all’agevolazione occorre avere più di 65 anni ed essere anagraficamente residenti in Friuli Venezia Giulia (e ovviamente essere in possesso del tesserino identificativo di Tpl Fvg).

No, non ci sono soglie di reddito per accedere all’agevolazione over 65. È sufficiente che il beneficiario sia anagraficamente residente in Friuli Venezia Giulia e abbia compiuto i 65 anni di età.

Gli abbonamenti scontati per over 65 si possono acquistare online dalla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg oppure presso le biglietterie aziendali e le rivendite informatizzate sul territorio.

No, non serve rivolgersi alle biglietterie aziendali. Tutte le operazioni si possono fare anche online dalla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg oppure presso una qualunque rivendita sul territorio. Presso le biglietterie aziendali si rischiano file e lunghe attese.

No, lo sconto per over 65 si applica solamente agli abbonamenti semestrali e annuali.

No, non ci sono domande da presentare. Lo sconto viene automaticamente applicato alle persone che ne hanno diritto. I requisiti anagrafici vengono rilevati dal sistema attraverso il tesserino identificativo del cliente.

Certamente. Lo sconto over 65 è cumulabile sia con le riduzioni tariffarie previste dalla FORMULA FAMIGLIA e sia con lo sconto del 5% che si applica a tutti gli abbonamenti acquistati online.

I tesserini identificativi si possono richiedere o rinnovare gratuitamente presso le rivendite sul territorio portando con sé una fototessera e la copia di un documento d’identità e del proprio codice fiscale. Altrimenti si possono richiedere online sulla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg, al costo di 5 euro, facendo clic sul pulsante DOMANDA DI RILASCIO NUOVA TESSERA nella propria area personale.

BIGLIETTI VIA SMS

La validità dei biglietti acquistati via SMS scatta dal momento in cui si riceve il messaggio di conferma. In assenza di conferma, il biglietto non può mai ritenersi valido e, pertanto, si è sempre sanzionabili.

I motivi possono essere diversi. Per esempio, potrebbero essere bloccati sullo smartphone i servizi a pagamento, oppure il credito residuo potrebbe non essere sufficiente. Inoltre, bisogna ricordare che il servizio è attivo esclusivamente sulle reti italiane degli operatori Vodafone e WindTre.

Sì, il costo è lo stesso, ma al prezzo del biglietto bisogna sempre aggiungere il costo del messaggio applicato dall’operatore telefonico.

I biglietti elettronici via SMS devono sempre essere acquistati prima di salire a bordo e devono già essere in possesso del cliente prima di iniziare il viaggio. Acquisti o attivazioni tardive o effettuate alla vista degli agenti verificatori sono sempre, e senza eccezioni, comportamenti sanzionabili.

BAMBINI

Possono viaggiare gratuitamente sugli autobus di Tpl Fvg i bambini di età inferiore ai 10 anni non compiuti purché accompagnati da un familiare in possesso di un regolare titolo di viaggio. Per familiari si intendono i genitori naturali, i genitori affidatari e i parenti di secondo grado (nonni, fratelli e sorelle, purché abbiano compiuto il quattordicesimo anno d’età). Su richiesta degli agenti verificatori di Tpl Fvg, l’età dei minori deve essere certificata con un valido documento di riconoscimento oppure con il tesserino identificativo rilasciato da Tpl Fvg.

Sì, i bambini di età inferiore ai 10 anni che non siano accompagnati da un familiare in possesso di un regolare titolo di viaggio devono sempre avere con sé un biglietto o un abbonamento.

Non esiste in Italia una norma che stabilisca un limite di età al di sotto del quale un bambino non può viaggiare sugli autobus senza un accompagnatore. Si tratta pertanto di una decisione che spetta esclusivamente alle famiglie. Molte scuole incentivano l’autonomia dei ragazzi fin dalle scuole elementari e, in certi contesti territoriali, i bambini viaggiano da soli fin dall’età scolare.

TESSERINI IDENTIFICATIVI

I tesserini identificativi rilasciati da Tpl Fvg hanno principalmente due funzioni. Innanzitutto, consentono agli agenti verificatori di identificare gli abbonati in caso di controllo a bordo o alle fermate, impedendo per esempio che un unico abbonamento possa essere utilizzato da più persone. Secondariamente, i tesserini contengono i dati dell’abbonato e rendono più facile e veloce l’applicazione di sconti, agevolazioni e offerte.

Il tesserino identificativo è obbligatorio per tutti gli abbonati: senza tesserino, non si possono acquistare abbonamenti ai servizi di Tpl Fvg, indipendentemente dalla durata e dal canale di acquisto. L’unica eccezione riguarda gli abbonamenti acquistabili dalle emettitrici automatiche, per i quali il tesserino identificativo non è indispensabile ai fini dell'acquisto, ma risulta necessario durante i controlli a bordo mezzo.

I tesserini si possono richiedere o rinnovare gratuitamente presso le biglietterie aziendali o le rivendite sul territorio, portando con sé una fototessera, la copia di un documento d’identità e del proprio codice fiscale (insieme con l’apposito modulo disponibile sul sito internet di Tpl Fvg). In alternativa, i tesserini identificativi si possono richiedere online dalla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg, al costo di 5 euro, facendo clic sul pulsante DOMANDA DI RILASCIO NUOVA TESSERA nella propria area personale: in questo caso viene immediatamente rilasciato un tesserino provvisorio a cui segue, entro 60 giorni, l’invio a domicilio di quello definitivo, all'indirizzo indicato dal cliente. In caso di smarrimento del tesserino, se ne può richiedere una copia alle biglietterie aziendali al costo di 5 euro.

Quando si acquista un tesserino online, viene inviato all’indirizzo di posta elettronica del cliente un tesserino provvisorio che può essere ritenuto a tutti gli effetti valido fino al ricevimento di quello definitivo. Per il recapito di quest’ultimo può essere necessario anche più di un mese, soprattutto nei momenti di maggiore traffico. Occorre sempre fare attenzione a indicare correttamente l’indirizzo del destinatario e il nome che compare sulla cassetta delle lettere: molti tesserini vengono restituiti a Tpl Fvg perché il servizio postale non è stato in grado di individuare il titolare del tesserino. Trascorsi due mesi, nel caso il tesserino definitivo non fosse ancora stato ricevuto, si può inviare una segnalazione a Tpl Fvg all’indirizzo di posta elettronica servizioclienti@tplfvg.it.

È sufficiente entrare con le proprie credenziali nella piattaforma di webticketing, fare clic su ASSOCIA TESSERA, inserire i dati dell’abbonato e confermare l’operazione. Nel caso si sia in possesso di un tesserino emesso prima del subentro di Tpl Fvg da una delle aziende consorziate, è necessario anteporre al codice numerico riportato sul tesserino un prefisso territoriale che varia in base all'azienda emittente.

Se il codice del vecchio tesserino ha 6 cifre, allora i prefissi da anteporre sono i seguenti:

  • 5 per APT;
  • 9 per ATAP;
  • 7 per Arriva Udine (ex SAF);
  • 3 per Trieste Trasporti.

Se invece il codice del vecchio tesserino ha 5 cifre, i prefissi da anteporre sono questi:

  • 50 per APT;
  • 90 per ATAP;
  • 70 per Arriva Udine (ex SAF);
  • 30 per Trieste Trasporti.

Certamente, a uno stesso profilo possono essere associati, per esempio, i tesserini identificativi di tutta la famiglia: per farlo è sufficiente fare clic su AGGIUNGI TESSERA IN ELENCO tante volte quante sono gli abbonati.

I tesserini identificativi di Tpl Fvg sono attivi dal giorno successivo all’emissione.

I tesserini provvisori rilasciati dalle rivendite hanno una validità di due mesi dalla data di rilascio.

WEBTICKETING

Il cliente non può mai modificare in autonomia l’indirizzo di posta elettronica associato al proprio profilo: trattandosi di un campo chiave, la modifica può essere fatta solo dagli operatori di Tpl Fvg. Per richiedere la sostituzione di un indirizzo di posta elettronica si può inviare una mail a servizioclienti@tplfvg.it oppure scrivere un messaggio via Whatsapp al numero di assistenza 3346847542.

Nella maggior parte dei casi il problema è dovuto a una procedura di registrazione lasciata in sospeso e non confermata dal cliente tramite l’apposito link inviato via mail. Se, dopo aver concluso la prima parte della procedura di registrazione, la mail di convalida non dovesse arrivare, occorre verificare che questa non sia finita nello spam o nella cartella della posta indesiderata. Nel caso il messaggio non si trovasse neppure in spam, si può chiedere assistenza al servizio clienti di Tpl Fvg inviando un messaggio Whatsapp al numero 3346847542 (solo messaggi testuali) o scrivendo all’indirizzo di posta elettronica servizioclienti@tplfvg.it.

Il sistema comunica un errore nella compilazione del codice fiscale quando le informazioni anagrafiche inserite non corrispondono, appunto, al codice fiscale dell’intestatario. In genere accade quando si invertono il nome e il cognome nei relativi campi, oppure se non si spunta la casella relativa al sesso, oppure ancora se non si seleziona la località di nascita fra quelle disponibili nel menù a tendina. Nel caso in cui il messaggio di errore dovesse persistere, si può chiedere assistenza scrivendo all’indirizzo di posta elettronica servizioclienti@tplfvg.it oppure inviando un messaggio di testo via Whatsapp al numero 3346847542.

Il messaggio significa che l’indirizzo IP da cui si sta navigando è compromesso, dunque non è ritenuto sicuro ed è finito temporaneamente in black list (l'indirizzo IP è un'etichetta numerica che identifica univocamente un dispositivo collegato a una rete informatica). Quando appare questo messaggio, occorre necessariamente cambiare fornitore di connettività: se per esempio si sta navigando da casa con un wifi dell’operatore A, bisogna connettersi da un’altra rete gestita dall’operatore B (per esempio dall'ufficio, oppure utilizzando il proprio cellulare). Non basta cambiare dispositivo: bisogna cambiare rete. Tpl Fvg, a tutela dei dati della clientela e delle transazioni finanziarie che avvengono su https://abbonamentionline.tplfvg.it, ha una policy sulla sicurezza informatica molto rigorosa, e quando un indirizzo IP viene segnalato, per qualche settimana viene messo in lista nera ed è conseguentemente molto limitato.

TRASPORTO DI ANIMALI

Gli animali sono sempre i benvenuti a bordo degli autobus di Tpl Fvg, ma ci sono alcune semplici regole da seguire. Innanzitutto i cani, a eccezione dei cani guida destinati all'assistenza delle persone non vedenti, devono sempre essere muniti di museruola e guinzaglio. Per i cani di piccola taglia o che si trovino in particolari condizioni anatomiche, fisiologiche o patologiche che impediscano l’uso della museruola, è consentito l’uso di trasportini, gabbie, ceste o altri contenitori privi di spigoli. Il trasportino deve essere idoneo e opportunamente chiuso e deve completamente contenere l’animale, evitandone il contatto con l’esterno. Anche i gatti e altri animali d’affezione di piccola taglia devono sempre viaggiare all’interno di trasportini.

No, il trasporto di animali è sempre gratuito, indipendentemente dalle dimensioni.

No, in assenza di trasportino, la museruola è sempre obbligatoria. indipendentemente dalla taglia. Ne sono esentati solo i cani guida destinati all'assistenza di persone non vedenti.

Su ciascun autobus non è mai ammesso il trasporto di più di due animali contemporaneamente, oltre agli eventuali cani guida presenti.

ABBONAMENTI AGEVOLATI (DISABILITÀ O INVALIDITÀ)

Gli abbonamenti agevolati sono abbonamenti rilasciati alle persone con disabilità o con invalidità in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 34 della legge regionale 20 agosto 2007, n. 23. Valgono 12 mesi solari e consentono di viaggiare sull’intera rete del servizio urbano indicato sull’abbonamento oppure, nel caso l’abbonamento riguardi il servizio extraurbano, su un massimo di cinque percorsi scelti dal cliente.

Il costo annuale degli abbonamenti agevolati è pari all’1,5% della corrispondente tariffa ordinaria. Il costo raddoppia nel caso in cui l’avente diritto abbia bisogno di un accompagnatore.

Le tariffe degli abbonamenti agevolati urbani sono disponibili qui.

Quelle degli abbonamenti agevolati per il servizio extraurbano sono disponibili qui.

Se si richiede l’agevolazione per la prima volta, è innanzi tutto necessario rivolgersi ai competenti uffici della Regione Friuli Venezia Giulia che provvedono a certificare il possesso dei requisiti. I recapiti degli uffici regionali e le modalità per richiedere l’agevolazione sono disponibili qui.

Una volta che sia stato certificato il possesso dei requisiti, il cliente può personalmente recarsi presso una biglietteria aziendale con un valido documento d’identità. Nel caso non fosse possibile recarsi personalmente in biglietteria, si può delegare un familiare, l’amministratore di sostegno o l’associazione di categoria a cui si appartiene.

È possibile emettere l’abbonamento agevolato solo dopo che all’azienda sia stato comunicato, da parte della Regione, l’effettivo possesso dei requisiti da parte dell’avente diritto.

Le biglietterie di Tpl Fvg autorizzate al rilascio di abbonamenti agevolati sono le seguenti:

Apt Gorizia

  • Gorizia (piazzale Martiri per la Libertà d'Italia, interno Stazione FS)
  • Monfalcone (via Fratelli Rosselli 13)
  • Grado (piazza Carpaccio)
  • Trieste (piazza della Libertà 9, interno autostazione)

Arriva Udine

  • Udine (viale Europa Unita 95, fronte Stazione FS, solo il martedì e il giovedì)
  • Udine (viale Europa Unita 37, autostazione, solo il martedì e il giovedì)
  • Tolmezzo (via Carnia Libera 1944, 45, autostazione)
  • Latisana (via Beorchia, autostazione)
  • Cervignano (piazza Marconi 11, autostazione)

Atap Pordenone

  • Pordenone (piazzale Caduti di Nassiriya e di tutte le Missioni di Pace 1);
  • Spilimbergo (via Ponte Roitero 2)

Trieste Trasporti

L’attestazione rilasciata dalla Regione può essere permanente o con rivedibilità: pertanto, nel caso in cui s’intenda rinnovare un abbonamento agevolato è prima necessario verificare che l’attestazione rilasciata dalla Regione non sia scaduta. Se l’attestazione risulta in corso di validità, per il rinnovo ci si può direttamente rivolgere alle biglietterie aziendali.

L’abbonamento agevolato è nominativo e personale e riporta esclusivamente il nome dell’avente diritto: nel caso il beneficiario abbia diritto a un accompagnatore, si può scegliere al momento dell’acquisto se estendere l’abbonamento a un accompagnatore oppure no. Il nome dell’accompagnatore non viene mai indicato sull’abbonamento: il beneficiario tuttavia, nel caso sia esercitata tale opzione, è sempre obbligato a viaggiare con un accompagnatore.

No, gli abbonamenti agevolati consentono di viaggiare esclusivamente sugli autobus di Tpl Fvg. Le linee marittime sono sempre escluse dagli abbonamenti agevolati.

RIMBORSI

Ai sensi della lettera m, articolo 47, del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, il diritto di recesso non si applica ai titoli di viaggio del servizio di trasporto pubblico locale (la norma è disponibile sul sito internet dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti): i biglietti e gli abbonamenti di Tpl Fvg non possono pertanto essere rimborsati. L’azienda si riserva tuttavia di valutare richieste particolari o specificatamente motivate (per esempio, in caso di decesso dell’abbonato).

Per richiedere l’annullamento e il rimborso di un abbonamento di Tpl Fvg occorre utilizzare il modulo disponibile qui.

Il modulo, debitamente compilato, può essere inviato all’indirizzo di posta elettronica certificata protocollo@cert.tplfvg.it. L’invio può essere fatto anche da un indirizzo di posta elettronica non certificata.

APP TPL FVG

Per policy di sicurezza e norme anticontraffazione, i biglietti elettronici acquistati dall’app di Tpl Fvg non si possono mai trasferire da un account all’altro (se fossero trasferibili come dei normali file, se ne potrebbero fare infinite copie). Su richiesta, è possibile trasferire i titoli da un dispositivo all’altro solo quando i dispositivi utilizzino lo stesso account (per esempio, nel caso di un biglietto acquistato da un genitore per il figlio). In questo caso, la richiesta va fatta inviando una mail a servizioclienti@tplfvg.it, indicando il numero di telefono o l’indirizzo di posta elettronica associati al profilo. La procedura richiede alcune ore e non è operativa di domenica.

In momenti di intenso traffico, può capitare che i biglietti elettronici non vengano correttamente scaricati nell’app di Tpl Fvg. In questo caso se ne può richiedere il riscarico inviando un messaggio di testo via Whatsapp al numero 3346847542 oppure una mail a servizioclienti@tplfvg.it, indicando il numero di telefono o l’indirizzo di posta elettronica associati al profilo. La procedura richiede alcune ore e non è operativa di domenica.

SANZIONI E CONTROLLI

I biglietti cartacei devono essere convalidati non appena saliti a bordo. Se la convalida avviene tardivamente o alla vista degli agenti verificatori, si è sempre e senza eccezioni sanzionabili. A questo fine, fanno fede l’orario di convalida indicato sul biglietto e quello in cui sono iniziati i controlli a bordo.

Sì, le attività di verifica, prevenzione, accertamento e contestazione possono avvenire sia a bordo degli autobus e sia a terra in corrispondenza di fermate e capolinea, in fase di salita o discesa dagli autobus.

Sì, gli agenti accertatori sono pubblici ufficiali nell’esercizio delle proprie funzioni, ai sensi dell’articolo 357 del Codice penale: sono abilitati a effettuare i controlli previsti dall'articolo 13 della legge 24 novembre 1981, n. 689 (Modifiche al sistema penale) e a identificare gli eventuali trasgressori, anche accompagnandoli a terra e richiedendo l’intervento alle forze di polizia. Dare false generalità a un agente di Tpl Fvg è un reato penalmente perseguibile.

SERVIZI MARITTIMI

Viaggiano gratuitamente sulle motonavi di Tpl Fvg i bambini di età inferiore ai 10 anni non compiuti purché accompagnati da un familiare in possesso di un regolare titolo di viaggio. Si intendono per familiari i genitori naturali, i genitori affidatari e i parenti di secondo grado (nonni, fratelli e sorelle, purché abbiano compiuto il quattordicesimo anno d’età). Su richiesta degli agenti verificatori di Tpl Fvg o del personale di bordo, l’età dei minori deve essere certificata con un valido documento di riconoscimento oppure con il tesserino d’identità rilasciato da Tpl Fvg.

Per ragioni di sicurezza, i bambini di età inferiore ai 12 anni, per viaggiare a bordo delle motonavi di Tpl Fvg, devono sempre essere accompagnati da un adulto.

BICICLETTE E ALTRI MEZZI DI TRASPORTO PERSONALE

Sugli autobus del servizio urbano possono essere trasportate di norma solo biciclette pieghevoli racchiuse in apposite sacche prive di spigoli e la cui dimensione e forma non compromettano in alcun modo la sicurezza dei viaggiatori, lo scorrimento delle persone all’interno del mezzo e la funzionalità delle porte. Le sacche devono preferibilmente essere posizionate nell’area dedicata alle persone con disabilità motoria e addossate alla perimetrazione dell’autobus, e devono essere saldamente custodite dal cliente per l’intera durata del viaggio. Le persone con disabilità o mobilità ridotta in sedia a rotelle, le carrozzine e i passeggini per bambini hanno sempre la precedenza e la priorità sugli spazi disponibili. Sono esclusi dal trasporto i tricicli, i tandem, le cargo bike, le biciclette reclinate, le biciclette elettriche e a pedalata assistita e altri mezzi assimilabili il cui ingombro e la cui forma non consentano di salvaguardare la sicurezza del viaggio.

Monopattini elettrici o a spinta e altri mezzi di trasporto personali (come one-wheel, segway o skateboard) possono essere trasportati a bordo degli autobus del servizio urbano purché risposti in una apposita sacca e, quando possibile, piegati. Nel caso in cui le dimensioni delle sacche superino quelle disciplinate dal regolamento di viaggio per i bagagli, il trasporto è consentito a fronte dell’acquisto di un titolo di viaggio ulteriore oltre a quello dovuto per il passeggero. Il personale aziendale, a proprio insindacabile giudizio, può proibire il trasporto di sacche ritenute eccessivamente ingombranti o potenzialmente pericolose.

Sugli autobus del servizio extraurbano è consentito, di norma su prenotazione, il trasporto gratuito di una bicicletta per passeggero fino a esaurimento degli spazi disponibili nelle apposite bagagliere oppure, laddove presenti, sui portabici esterni o nei carrelli portabici. Nel caso in cui il trasporto avvenga all’interno delle bagagliere, le biciclette devono sempre essere piegate e riposte, a cura del cliente, in apposite sacche: il carico e lo scarico delle biciclette può avvenire esclusivamente dal lato della porta di ingresso dei passeggeri e solo in corrispondenza di capolinea o fermate dove siano garantite condizioni di sicurezza concretamente realizzabili.

Per prenotare il trasporto di una bicicletta su un autobus del servizio extraurbano è necessario comunicare via mail all’azienda consorziata territorialmente competente, con almeno 48 ore di anticipo, il punto di imbarco e la destinazione del viaggio (in assenza di prenotazione, il trasporto non potrà essere garantito). Gli indirizzi di posta elettronica a cui scrivere sono i seguenti:

  • servizi di Apt gorizia: segreteria@aptgorizia.it
  • servizi di Atap pordenone: prenotazioni@atap.pn.it
  • servizi di Arriva Udine: info@arrivaudine.it

Il carico e lo scarico delle biciclette, indipendentemente dalle modalità di trasporto, devono sempre avvenire, salvo diverse indicazioni aziendali, a cura del cliente e sotto la responsabilità dello stesso. Il cliente deve altresì assicurarsi che le biciclette siano correttamente posizionate e, in presenza di carrelli o portabici posteriori, siano correttamente fissate negli appositi alloggiamenti.

Sì, ma bisogna rimuovere la batteria e conservarla con sé per l’intera durata del viaggio. In nessun caso possono essere trasportati in bagagliera mezzi di trasporto personale dai quali non sia possibile rimuovere la batteria. In assenza di bagagliera, oppure nel caso in cui non sia possibile rimuovere la batteria, si applicano le disposizioni valide per il servizio urbano.

FORMULA FAMIGLIA

La promozione formula famiglia prevede uno sconto a scalare, dal 20 al 70 per cento, su tutti gli abbonamenti acquistati online o presso le rivendite e le biglietterie di Tpl Fvg da intestatari facenti parte dello stesso nucleo familiare. Le percentuali di sconto sono le seguenti:

  • 20% di sconto sul secondo abbonamento acquistato;
  • 50% di sconto sul terzo abbonamento acquistato;
  • 70% di sconto sugli abbonamenti successivi.

Gli sconti si applicano esclusivamente ad abbonamenti dello stesso tipo e con la stessa decorrenza: per esempio, quando si acquistano due o più abbonamenti annuali che decorrono dalla stessa data oppure due o più abbonamenti mensili validi per uno stesso mese. Nel caso gli abbonamenti vengano contestualmente acquistati, lo sconto maggiore viene applicato all’abbonamento con la tariffa più elevata. Per accedere a formula famiglia è necessario essere anagraficamente residenti in Friuli Venezia Giulia e attestare - dal menù AUTOCERTIFICAZIONI della piattaforma di webticketing di Tpl Fvg - la composizione del proprio nucleo familiare: dopo che l’autocertificazione sia stata presa in carico e approvata da Tpl Fvg, gli sconti vengono automaticamente applicati dal sistema, sia online e sia presso le rivendite e le biglietterie aziendali. Le agevolazioni di formula famiglia sono cumulabili sia con l’agevolazione regionale per gli studenti residenti in Friuli Venezia Giulia e sia con lo sconto del 5% previsto per gli abbonamenti acquistati online.

BAGAGLI

Ogni passeggero ha diritto, sotto la propria responsabilità, di trasportare gratuitamente sugli autobus di Tpl Fvg un bagaglio a mano. Sui servizi extraurbani, le dimensioni massime del bagaglio sono di 40x30x15 centimetri. Fanno eccezione le cartelle da disegno, che possono eccedere tali dimensioni.

A bordo degli autobus del servizio extraurbano che siano provvisti di vano portabagagli, e compatibilmente con lo spazio a disposizione, i passeggeri hanno diritto al trasporto gratuito di un secondo bagaglio le cui dimensioni non possono eccedere i 70x50x30 centimetri. I bagagli - che devono essere riposti negli appositi vani - devono recare l’indicazione del nome, dell’indirizzo e del recapito telefonico del proprietario. Per bagagli ulteriori, il trasporto è consentito a fronte dell’acquisto di un titolo di viaggio ordinario per ciascun bagaglio, oltre a quello dovuto per il passeggero.

Ogni passeggero ha diritto, sotto la propria responsabilità, di trasportare gratuitamente sugli autobus di Tpl Fvg un bagaglio a mano. Sui servizi urbani, la dimensione maggiore del bagaglio non dev’essere superiore ai 70 centimetri e la somma delle due dimensioni minori non deve superare gli 85 centimetri.

Per i bagagli a mano le cui dimensioni siano superiori a quelle indicate o per i bagagli ulteriori rispetto al primo, il trasporto è consentito a fronte dell’acquisto di un titolo di viaggio ordinario per ciascun bagaglio, oltre a quello dovuto per il passeggero. Non è mai consentito il trasporto di più di tre bagagli per passeggero, anche se rientranti nelle dimensioni precedentemente indicate.

DETRAZIONE FISCALE DEGLI ABBONAMENTI

Sì, la legge di stabilità 2018 ha introdotto la possibilità di detrarre fiscalmente le spese per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale. La detrazione è pari al 19% dei costi sostenuti, fino a un importo massimo di spesa di 250 euro all’anno: possono essere detratti anche gli abbonamenti acquistati per il coniuge, i figli e altri familiari fiscalmente a carico.

Gli abbonamenti al servizio di trasporto pubblico locale sono documenti fiscali a tutti gli effetti e non prevedono il rilascio di ricevute o scontrini: devono pertanto essere conservati in originale e possono essere utilizzati, come una fattura o uno scontrino della farmacia, sia in dichiarazione dei redditi e sia a fini welfare. Ai fini della detrazione, il cliente deve presentare, insieme con l’abbonamento, una attestazione bancaria che certifichi l’avvenuto pagamento con strumenti tracciabili, come previsto dalla disciplina vigente. Per conoscere l’importo effettivamente speso nell’anno di riferimento è possibile accedere alla propria area personale sulla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg e, dal menù IL MIO PROFILO, fare clic sulla voce ACQUISTI. Tpl Fvg non rilascia attestazioni di spesa.

Per beneficiare della detrazione fiscale bisogna conservare l’abbonamento in originale ed effettuare l’acquisto con strumenti tracciabili.

RITARDI E ALTRI DISSERVIZI IN LINEA

Tutte le fermate del servizio di trasporto pubblico locale in Friuli Venezia Giulia sono a richiesta e al sopraggiungere dell’autobus occorre manifestare con adeguato anticipo e con un gesto evidente del braccio l’intenzione di salire a bordo. In assenza di chiamata, l’autobus non è mai tenuto a fermarsi, anche in presenza di persone in attesa. Altresì, non è mai consentita la discesa o la salita a bordo al di fuori delle aree preposte.

Gli autobus sono soggetti a tutte le variabili a cui è necessariamente soggetto qualunque altro veicolo: traffico, cantieri, incidenti stradali o altri eventi possono provocare perturbazioni che sono difficilmente evitabili, soprattutto in determinate aree o fasce orarie. Per quanto Tpl Fvg si impegni quotidianamente a garantire la massima regolarità dei collegamenti, i ritardi devono purtroppo ritenersi una componente ineliminabile del servizio.

RECLAMI

Sono tre le modalità per presentare un reclamo a Tpl Fvg:

  • chiamando il call center di Tpl Fvg ai numeri 800 052040 (da rete fissa) o 040 9712343 (da rete mobile), tutti i giorni dalle 6:00 alle 22:00;
  • compilando l’apposito form disponibile sul sito di Tpl Fvg;
  • inviando una lettera via posta ordinaria agli indirizzi di Tpl Fvg o di una delle aziende consorziate.

I reclami devono contenere i dati del cliente e indicazioni puntuali e circostanziate sull’evento (data, orario, linea, fermata, direzione, numero di vettura), affinché l’azienda possa verificare i fatti e intervenire di conseguenza. La risposta viene inviata al cliente entro 20 giorni lavorativi.

SMARRIMENTO DI ABBONAMENTI O TESSERINI

Se l'abbonamento è stato acquistato online, allora è sufficiente entrare nella propria area personale della piattaforma di webticketing e riscaricare l’abbonamento in formato pdf facendo clic sulla prima icona alla sinistra dell'intestatario. Se invece l’abbonamento è stato acquistato in una rivendita, allora è necessario rivolgersi a una biglietteria aziendale: gli abbonamenti acquistati presso le rivendite e le biglietterie fisiche non sono ristampabili online.

ORARI E PERCORSI

Gli orari e i percorsi del servizio possono essere consultati dal travel planner di Tpl Fvg inserendo l’origine e la destinazione del viaggio e la fascia oraria di arrivo o partenza. Il travel planner è raggiungibile dal sito www.tplfvg.it oppure direttamente da qui.

Gli orari delle singole linee si possono anche scaricare e consultare in formato pdf dalla sezione SERVIZI E ORARI del sito.

AGEVOLAZIONE ARDIS

L’agevolazione Ardis è una iniziativa rivolta agli studenti iscritti a un istituto universitario o superiore del Friuli Venezia Giulia ed è promossa e sostenuta dall’Agenzia regionale per il diritto allo studio. La misura prevede uno sconto del 30% sugli abbonamenti di durata annuale di Tpl Fvg e del 20% sugli abbonamenti di durata mensile e semestrale. Gli acquisti devono essere effettuati tra i mesi di ottobre e luglio, dal giorno 25 al giorno 15 di ciascun mese. Per accedere al beneficio è necessario autocertificare - dal menù ARDIS della piattaforma di webticketing di Tpl Fvg - di essere iscritto a uno dei seguenti istituti o programmi, non oltre il primo anno fuori corso:

  • Università degli Studi di Trieste e di Udine;
  • Conservatori di Musica Tartini di Trieste e Tomadini di Udine;
  • Istituti Tecnologici Superiori (ITS) del Friuli Venezia Giulia;
  • Accademia delle Belle Arti G.B. Tiepolo;
  • studenti Erasmus;
  • master e corsi di dottorato di ricerca presso la Sissa di Trieste.

Una volta approvata l’autocertificazione, il cliente ne riceve conferma via posta elettronica e, da quel momento, può recarsi in una qualunque rivendita o biglietteria per acquistare l’abbonamento a tariffa scontata, oppure può procedere all’acquisto direttamente online. L’agevolazione si rivolge anche agli studenti che non siano residenti in Friuli Venezia Giulia. Non sono previste soglie di reddito.

Gli abbonamenti che beneficiano dell’agevolazione Ardis devono essere acquistati dal giorno 25 al giorno 15 di ciascun mese. Lo sconto non viene applicato su abbonamenti acquistati dopo il giorno 15 e prima del giorno 25.

Per beneficiare dell’agevolazione Ardis dalla piattaforma di webticketing bisogna mettere l’abbonamento nel carrello a tariffa ordinaria. Dopo essere stato messo nel carrello, l’abbonamento viene automaticamente scontato dal sistema.

BIGLIETTI ELETTRONICI

I biglietti elettronici acquistati dal sito o dalla mobile app di Tpl Fvg sono visualizzabili esclusivamente all'interno dell’app con lo stesso account con il quale si è fatto l'acquisto (e non è mai possibile stamparli). Per policy di sicurezza e norme anticontraffazione, inoltre, i biglietti elettronici non sono mai trasferibili da un account all'altro (se fossero trasferibili come dei normali file, se ne potrebbero fare infinite copie). Su richiesta, è possibile trasferire i titoli da un dispositivo all’altro solo quando i dispositivi utilizzino lo stesso account (per esempio, nel caso di un biglietto acquistato da un genitore per il figlio). In questo caso, la richiesta va fatta inviando una mail a servizioclienti@tplfvg.it, indicando il numero di telefono o l’indirizzo di posta elettronica associati al profilo. La procedura richiede alcune ore e non è operativa di domenica.

Per policy di sicurezza e norme anticontraffazione, i biglietti elettronici acquistati dall’app di Tpl Fvg non si possono mai trasferire da un account all’altro (se fossero trasferibili come dei normali file, se ne potrebbero fare infinite copie). Su richiesta, è possibile trasferire i titoli da un dispositivo all’altro solo quando i dispositivi utilizzino lo stesso account (per esempio, nel caso di un biglietto acquistato da un genitore per il figlio). In questo caso, la richiesta va fatta inviando una mail a servizioclienti@tplfvg.it, indicando il numero di telefono o l’indirizzo di posta elettronica associati al profilo. La procedura richiede alcune ore e non è operativa di domenica.

In momenti di intenso traffico, può capitare che i biglietti elettronici non vengano correttamente scaricati nell’app di Tpl Fvg. In questo caso se ne può richiedere il riscarico inviando un messaggio di testo via Whatsapp al numero 3346847542 oppure una mail a servizioclienti@tplfvg.it, indicando il numero di telefono o l’indirizzo di posta elettronica associati al profilo. La procedura richiede alcune ore e non è operativa di domenica.

BONUS STATALE TRASPORTI

Il bonus trasporti è un’agevolazione statale che abbatte il costo degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, urbani, extraurbani e misti.

Il valore del bonus trasporti è di 60 euro: ciascuna persona avente diritto, lo può richiedere ogni mese, una volta al mese, fino a dicembre 2023 e fino a esaurimento delle risorse statali. Il bonus è personale e non cedibile.

Possono richiedere il bonus trasporti tutti coloro che, nel 2022, abbiano conseguito un reddito personale lordo non superiore ai 20 mila euro (indipendentemente dall’età o dal reddito ISEE).

Il bonus si può richiedere unicamente online dall’apposita piattaforma del Ministero del Lavoro, disponibile all’indirizzo web www.bonustrasporti.lavoro.gov.it. Per accedere alla piattaforma è necessario essere in possesso dello SPID o della carta d’identità elettronica (CIE).

L’operatore di riferimento dipende dal canale da cui si acquista l’abbonamento:

  • se l’abbonamento viene acquistato online sulla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg, allora l’operatore da indicare è sempre ARRIVA UDINE (anche se si utilizza il buono per acquistare un abbonamento al servizio di Trieste Trasporti, di ATAP Pordenone o di APT Gorizia);
  • se l’abbonamento viene acquistato presso una biglietteria aziendale CORE oppure presso una delle rivendite di Trieste indicate di seguito, allora l’operatore da indicare è quello dell’azienda a cui la biglietteria o la rivendita fanno riferimento (Trieste Trasporti, APT Gorizia, ATAP Pordenone o Arriva Udine), indipendentemente dal tipo di abbonamento che si intende acquistare.

Le rivendite abilitate ad accettare il bonus trasporti a Trieste sono le seguenti:

  • tabaccheria Diomede (via Baiamonti 56)
  • tabaccheria Martinelli (via Stock 5/E)
  • tabaccheria Pesce (via Oriani 8/B)
  • edicola Del Cielo (largo Riborgo 1)
  • edicola Mondo (via Giulia 75/3, Mondadori Point, centro commerciale Il Giulia)
  • edicola Zaccariotto (via Carducci 36, mercato coperto)

Il bonus deve essere utilizzato entro il mese solare di emissione, e si può richiedere ogni mese fino al 31 dicembre 2023.

Dalla piattaforma del Ministero del Lavoro è possibile richiedere il bonus trasporti anche per conto di una persona minorenne e fiscalmente a carico. Il reddito a cui fare riferimento è quello del beneficiario del bonus (e quindi dell’intestatario dell’abbonamento), anche se questo non ha ancora compiuto i 18 anni di età.

I figli maggiorenni, anche se fiscalmente a carico, devono provvedere autonomamente alla richiesta del bonus, con lo SPID o con la carta d’identità elettronica.

No, senza SPID o carta d’identità elettronica l’accesso al bonus è precluso.

Qualunque tipo di abbonamento, indipendentemente dalla durata, con l'esclusione degli abbonamenti per i servizi marittimi.

No, il bonus trasporti non è utilizzabile per i servizi marittimi di Tpl Fvg.

Una volta al mese, da aprile a dicembre 2023, fino a esaurimento delle risorse statali.

No. Il bonus trasporti è personale e può essere utilizzato per acquistare un unico abbonamento al mese in un’unica soluzione. Tuttavia, nel caso in cui in famiglia ci siano due o più persone in possesso dei requisiti per accedere al bonus, ciascuna di esse può farne richiesta ogni mese.

No. Il bonus trasporti può essere utilizzato per acquistare un unico abbonamento al mese in un’unica soluzione.

No. Eventuali quote residue non sono più utilizzabili. Il bonus tuttavia si può richiedere ogni mese, una volta al mese, fino al 31 dicembre 2023.

No. Il bonus è personale e non cedibile: l’intestatario dell’abbonamento deve corrispondere con la persona che ha richiesto il bonus. L'unica eccezione è quando il beneficiario è una persona minorenne e fiscalmente a carico del richiedente: in quel caso, tuttavia, il nome dell'intestatario dell'abbonamento deve essere indicato, sulla piattaforma del Ministero del Lavoro, già in fase di richiesta del bonus.

No, non è necessario. Gli abbonamenti con il bonus trasporti si possono acquistare direttamente online dalla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg. Per farlo bisogna registrarsi e associare al proprio profilo il tesserino identificativo della persona a cui è intestato l’abbonamento. Se l’abbonamento viene acquistato online dalla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg, allora l’operatore di riferimento da indicare sul sito del Ministero del Lavoro, in fase di richiesta del bonus, è sempre ARRIVA UDINE (anche se si utilizza il buono per acquistare un abbonamento al servizio di Trieste Trasporti, di ATAP Pordenone o di APT Gorizia).

No. Non c’è nessuna correlazione fra il beneficiario del bonus trasporti e il titolare del profilo sulla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg. L’importante è che al profilo da cui si acquista l’abbonamento (che può essere intestato a un genitore, a un familiare o a un conoscente) sia associato il tesserino identificativo del beneficiario del bonus.

Prima di pagare, e dopo aver messo l’abbonamento nel carrello, il sistema richiede di inserire il codice alfanumerico presente sul bonus trasporti. Una volta digitato il codice, è necessario fare clic sul pulsante APPLICA. Se il codice è valido, l’abbonamento viene emesso applicando lo sconto corrispondente all’importo del bonus.

No, non è un problema. In fase di richiesta, si può sempre indicare il valore massimo consentito (60 euro), indipendentemente dal costo effettivo dell’abbonamento.

Il bonus trasporti si può utilizzare online sulla piattaforma di webticketing di Tpl Fvg (opzione preferibile), presso le biglietterie aziendali CORE oppure, a Trieste, presso queste rivendite abilitate:

  • tabaccheria Diomede (via Baiamonti 56)
  • tabaccheria Martinelli (via Stock 5/E)
  • tabaccheria Pesce (via Oriani 8/B)
  • edicola Del Cielo (largo Riborgo 1)
  • edicola Mondo (via Giulia 75/3, Mondadori Point, centro commerciale Il Giulia)
  • edicola Zaccariotto (via Carducci 36, mercato coperto)

È sufficiente essere intestatari di un tesserino identificativo di Tpl Fvg e portare con sé (in formato cartaceo o in formato elettronico sul proprio dispositivo) il QR code che viene generato sulla piattaforma del Ministero del Lavoro al momento di richiedere il bonus.

Sì, un bonus si può annullare ma solo se questo non sia ancora stato utilizzato per acquistare un abbonamento. Per procedere all’annullamento del bonus esiste una specifica funzione sulla piattaforma del Ministero del Lavoro. Dopo l’annullamento, è possibile richiedere una nuova emissione per un operatore o per un importo diversi da quelli originariamente indicati.

GRUPPI E SCUOLE

No, non ci sono biglietti scontati per gruppi o comitive. Le tariffe del servizio di trasporto pubblico locale in Friuli Venezia Giulia sono in capo alla Regione che, con delibera di Giunta, ne definisce l’articolazione e gli adeguamenti periodici. La Regione disciplina altresì le gratuità e le eventuali agevolazioni e scontistiche. Le tariffe del servizio sono pubblicate sul sito internet di Tpl Fvg. L’azienda non può in nessun caso applicare sconti al di fuori di quelli previsti dai piani tariffari regionali.

Sì, il biglietto pluricorse può essere utilizzato da più persone nell’ambito della stessa corsa a condizione che il numero di convalide corrisponda al numero di passeggeri, e che il biglietto possa sempre essere esibito, in caso di controllo, da uno di essi. La verifica del titolo di viaggio può essere fatta sia a bordo degli autobus e sia a terra, in corrispondenza di fermate e capolinea.

VIDEOSORVEGLIANZA

Sì, su tutti gli autobus che svolgono servizio urbano e su alcuni mezzi del servizio extraurbano è operativo un sistema di videosorveglianza interno e frontale esterno. Le apparecchiature e le relative registrazioni sono utilizzate nel rispetto della normativa vigente e, in particolare, delle disposizioni in materia di trattamento dei dati personali e, laddove esistenti, sulla base di specifici accordi con le Prefetture territorialmente competenti e con le forze di polizia. Ai sensi del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50 (Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo), le rilevazioni dei sistemi di videosorveglianza a bordo dei mezzi possono essere utilizzate anche per contrastare l’evasione tariffaria e come mezzo di prova per l’identificazione di eventuali trasgressori che rifiutino di fornire le proprie generalità.

Sì, ai sensi del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50 (Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo), le rilevazioni dei sistemi di videosorveglianza a bordo degli autobus possono essere utilizzate anche ai fini del contrasto all’evasione tariffaria e come mezzo di prova per l’identificazione di eventuali trasgressori che rifiutino di fornire le proprie generalità.

In nessun caso Tpl Fvg e le aziende consorziate possono mettere a disposizione della clientela i filmati dei sistemi di videosorveglianza di bordo. Le immagini possono essere acquisite unicamente dalle forze di polizia, dalla polizia locale o dall’autorità giudiziaria, a cui ci si deve pertanto rivolgere.

ABBONAMENTI SCOLASTICI AGEVOLATI

Sì, grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, anche quest’anno l’abbonamento scolastico annuale per il servizio di trasporto pubblico locale di Tpl Fvg costa la metà. La Regione ha confermato infatti l’agevolazione che consente di abbattere del 50% la tariffa ordinaria degli abbonamenti scolastici che decorrono da settembre o ottobre 2024. La durata degli abbonamenti scolastici è di 10 mesi.

La misura è universale e non è soggetta a soglie di reddito: per accedere all’agevolazione, bisogna essere anagraficamente residenti in Friuli Venezia Giulia, non aver ancora compiuto il ventisettesimo anno di età e utilizzare l’autobus per andare a scuola.

No, non ci sono soglie reddituali per accedere al beneficio. È sufficiente che lo studente sia anagraficamente residente in Friuli Venezia Giulia e abbia meno di 27 anni.

La domanda di agevolazione per gli abbonamenti scolastici può essere presentata fino a lunedì 28 ottobre. L’acquisto degli abbonamenti a tariffa agevolata sarà invece possibile a partire da lunedì 19 agosto. L’ultimo giorno per acquistare un abbonamento scolastico a tariffa agevolata è giovedì 31 ottobre.

No, gli abbonamenti scolastici agevolati urbani per l’intera rete sono equivalenti a un normale abbonamento rete e possono essere utilizzati 7 giorni su 7 su tutta la rete urbana di riferimento, per corse illimitate.

No. Gli abbonamenti scolastici agevolati sono abbonamenti come tutti gli altri e possono pertanto essere utilizzati, per il servizio indicato sugli stessi, anche in orario non scolastico, per andare in piscina, dagli amici o a fare shopping.

No, la domanda di agevolazione per gli abbonamenti scolastici può essere presentata solo online tramite il portale di webticketing di Tpl Fvg. Tuttavia, dal mese di agosto 2024 sarà possibile presentare le autocertificazioni anche utilizzando lo SPID o la carta di identità elettronica (CIE). L’accesso con SPID e CIE consentirà la convalida immediata delle domande ed eviterà di dover stampare e caricare a sistema documenti cartacei. Quindi, se possiamo darti un suggerimento, attendi qualche settimana prima di caricare la tua domanda di agevolazione. Non c’è nessun rischio che i fondi possano esaurirsi.

Per perfezionare la domanda di agevolazione, in attesa che venga attivato lo SPID, è necessario allegare una copia fronte e retro del documento d’identità della persona che autocertifica e l’autocertificazione (sottoscritta con firma autografa) che viene automaticamente generata dal sistema una volta terminata la compilazione del form. La persona che sottoscrive l’autocertificazione deve essere:

  • lo studente, nel caso abbia già compiuto i 18 anni e presenti la domanda per se stesso (domande presentate a nome di fratelli o sorelle minori non potranno essere accolte);
  • il genitore o chi esercita la potestà genitoriale se il figlio o i figli sono minorenni (la domanda deve sempre essere unica per tutti gli studenti facenti parte del nucleo familiare).

No, la domanda deve sempre essere unica per tutti gli studenti facenti parte del nucleo familiare. Nel caso in cui sia già stata presentata la domanda per uno dei figlio e si intenda ora presentarne una per un altro figlio, occorre contattare via Whatsapp il servizio clienti di Tpl Fvg al numero 3346847542 (solo messaggi testuali).

L’agevolazione deve essere richiesta online (autocertificando il possesso dei requisiti) dal portale di webticketing di Tpl Fvg, raggiungibile da qui. Se non sei ancora registrato, premi il pulsante REGISTRATI e inserisci i dati richiesti: ti sarà inviata entro pochi secondi una mail con la quale convalidare il profilo. Talvolta la mail finisce in spam o nella posta indesiderata: se il profilo non viene convalidato tramite il link inviato via posta elettronica, non è possibile proseguire né si può richiedere di rigenerare o di recuperare la password.

Dopo aver convalidato il profilo, occorre seguire le istruzioni e digitare le informazioni anagrafiche richieste. Ricorda che la persona a cui è intestato il profilo deve essere una persona maggiorenne (un genitore, lo studente stesso, un altro familiare): non è tuttavia necessario che l’intestatario del profilo sia la stessa persona che presenterà la domanda di agevolazione.

Una volta che il profilo sia stato attivato, entra nel sottomenù AUTOCERTIFICAZIONI, fai clic sul pulsante AUTOCERTIFICAZIONE SCOL. RESIDENTI e inizia la compilazione del modulo di autocertificazione.

Nell’elenco sono presenti la grandissima maggioranza delle scuole e degli istituti universitari frequentati dagli studenti che risiedono in Friuli Venezia Giulia. In genere è sufficiente scrivere il nome dell’istituto (per esempio MANZONI) perché dal menù a tendina compaiano tutte le scuole che in Friuli Venezia Giulia si chiamano MANZONI. Nel caso così non fosse, occorre indicare il nome del comprensivo di appartenenza: per esempio, a Trieste c’è il comprensivo ALTIPIANO, a Udine ci sono i comprensivi UDINE I, UDINE II, UDINE III, UDINE IV, UDINE V e UDINE VI, a San Canzian c’è il comprensivo ALIGHIERI. I comprensivi di solito includono più scuole: bisogna quindi verificare a quale comprensivo appartenga la propria scuola.

Per gli istituti universitari, è sufficiente scrivere UNIVERSITA perché compaiano tutte le sedi universitarie del Friuli Venezia Giulia.

Nel caso in cui il nome della scuola non risultasse presente a sistema, si può contattare via Whatsapp il servizio clienti di Tpl Fvg al numero 3346847542 (solo messaggi testuali).

Se il sistema impedisce di proseguire segnalando che il codice fiscale non è corretto, significa che si sono digitate informazioni inesatte: potrebbe essere, per esempio, che si sia invertito il nome con il cognome, che non sia stata barrata la casella relativa al genere, oppure che non sia stato scelto un luogo di nascita fra quelli disponibili nel menù a tendina. I dati devono essere conformi a quelli presenti sulla tessera sanitaria o sul tesserino del codice fiscale.

In verità no. Dal mese di agosto sarà possibile presentare le autocertificazioni per l’abbonamento scolastico e per il nucleo familiare – e anche la domanda per ottenere il tesserino identificativo di Tpl Fvg – utilizzando lo SPID o la carta di identità elettronica (CIE). L’accesso con SPID e CIE consentirà la convalida immediata delle domande ed eviterà di dover stampare e caricare a sistema documenti cartacei. Quindi, se possiamo darti un suggerimento, attendi qualche settimana prima di caricare la tua domanda di agevolazione. Non c’è nessun rischio che i fondi possano esaurirsi.

Quando le domande vengono approvate da Tpl Fvg, il sistema invia automaticamente una mail di convalida all’indirizzo di posta elettronica associato al profilo dal quale la domanda è stata presentata. Inoltre, entrando nel menù AUTOCERTIFICAZIONI della propria area personale, si può direttamente verificare lo stato della propria domanda. Nel caso la mail non fosse arrivata, verifica lo spam o la posta indesiderata. Altrimenti puoi contattare i recapiti indicati sotto per richiedere un nuovo invio della mail di conferma.

Tieni conto però che la mail di conferma è solo una comunicazione: nel momento in cui la domanda viene convalidata, l’agevolazione viene automaticamente abbinata al codice fiscale dello studente. Quindi l’agevolazione, se confermata, viene applicata anche senza avere fisicamente in mano la mail di convalida.

La mail di convalida (che si può esibire anche in formato elettronico dal proprio dispositivo) è necessaria solo nel caso in cui l’acquisto dell’abbonamento avvenga presso una biglietteria o una rivendita esterna.

Certamente, lo è. Tutti gli studenti che non abbiano un reddito personale lordo superiore ai 20 mila euro, indipendentemente dall’età, dal reddito familiare o dall’ISEE dei propri genitori, possono richiedere ogni mese il bonus nazionale trasporti da 60 euro, fino al 31 dicembre. Il bonus trasporti è cumulabile con ogni altra agevolazione regionale o di Tpl Fvg. Per gli studenti, la soluzione più conveniente è richiedere mensilmente il bonus trasporti per i mesi di luglio, agosto e settembre (per acquistare i relativi abbonamenti mensili) e poi richiederlo nuovamente a ottobre per abbattere di ulteriori 60 auro il costo dell’abbonamento scolastico da 10 mesi.

Tutte le informazioni sul bonus nazionale trasporti sono disponibili a questa pagina alla voce BONUS NAZIONALE TRASPORTI.

SCONTRINI, RICEVUTE FISCALI E FATTURE

I biglietti e gli abbonamenti per il servizio di trasporto pubblico locale sono documenti fiscali a tutti gli effetti e non prevedono il rilascio di ricevute o scontrini. I titolari di partita IVA che abbiano bisogno di acquistare uno o più biglietti con fattura, devono rivolgersi a una biglietteria aziendale territorialmente competente per comunicare, prima dell’acquisto, i propri dati fiscali. Una volta registrati i dati fiscali del cliente, sarà possibile procedere all’acquisto e all’emissione della fattura. Laddove l’acquisto avvenga prima di comunicare i propri dati fiscali alla biglietteria, la fattura non potrà in nessun caso essere emessa. Altresì, non è mai prevista l’emissione di fatture per l’acquisto di biglietti elettronici da siti web, applicazioni mobili, SMS o altre piattaforme digitali.

Le aziende e i titolari di partita iva che, a fronte dell’acquisto di uno o più abbonamenti, desiderassero l’emissione della fattura elettronica, devono inviare prima dell’acquisto una richiesta di abilitazione all’indirizzo di posta elettronica webticketing@arrivaudine.it, indicando i propri dati fiscali (nome e cognome, denominazione o ragione sociale e partita iva) e l’indirizzo telematico per il recapito della fattura tramite SDI (sistema di interscambio), costituito da un codice destinatario di sette cifre. Tutti gli acquisti effettuati tramite la piattaforma di webticketing di Tpl Fvg dopo l’abilitazione dell’account saranno regolati con fattura elettronica.

Show main menu