Rimborsi per Covid

Ai sensi dell’articolo 215 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con legge di conversione 17 luglio 2020, n. 77, hanno diritto al rimborso i soli pendolari del trasporto ferroviario e del servizio di trasporto pubblico locale, ovvero gli studenti e i lavoratori. Ne sono escluse le altre categorie di utenti.

Il rimborso si può chiedere esclusivamente online, compilando l’autocertificazione disponibile sulla piattaforma di webticketing e caricando:

  • la fotocopia di un proprio documento di identità (leggibile e fronte retro);
  • la fotocopia dell’abbonamento;
  • la fotocopia del tesserino di identità associato all'abbonamento.

Per accedere alla piattaforma devi essere registrato.

Se chiedi il rimborso per un figlio minorenne, l'autocertificazione deve essere presentata da uno dei due genitori o da chi ne fa le veci: il documento d'identità allegato deve essere quello dell'adulto che autocertifica e non quello del figlio.

No, gli operatori di Tpl Fvg non possono caricare i documenti sul profilo personale dei clienti. La domanda di rimborso deve necessariamente essere caricata sulla piattaforma di webticketing dall’intestatario dell’abbonamento o, nel caso di minori, da uno dei due genitori. Se non si ha un computer a disposizione, si può chiedere assistenza a un CAF, a un familiare o a un conoscente.

La domanda può essere annullata per diversi motivi. Per esempio possono mancare i requisiti, oppure i documenti caricati possono risultare incompleti o non leggibili. In particolare:

  1. assicurati di aver caricato l’autocertificazione regolarmente sottoscritta (il file deve essere unico anche se le pagine sono due);
  2. assicurati di aver caricato entrambi i lati di un documento d’identità in corso di validità: il documento deve sempre corrispondere alla persona che autocertifica;
  3. nel caso l’abbonamento sia intestato a un minore, l’autocertificazione deve essere fatta da uno dei due genitori o da chi ne fa le veci e il documento allegato deve essere, anche in questo caso, quello della persona che autocertifica e non quello dell’intestatario dell’abbonamento;
  4. vanno allegate la fotocopia del tesserino di identità e dell’abbonamento per il quale si chiede il rimborso;
  5. assicurati di selezionare nell'autocertificazione il motivo per cui chiedi il rimborso, indicando se sei uno studente, un lavoratore pendolare oppure il genitore di uno studente: non barrare la casella "altro".

No, i pensionati non hanno diritto al rimborso ai sensi della normativa nazionale. Possono accedere al beneficio solamente coloro che, a causa dell’emergenza sanitaria, nei mesi di lockdown non si sono potuti recare a scuola, all’università o al lavoro con i mezzi pubblici. Per tutti gli altri, il servizio non si è mai interrotto.

È previsto il rimborso di due mensilità per gli abbonamenti annuali, di tre mensilità per gli abbonamenti scolastici e di una mensilità per i titolari di un abbonamento mensile per il mese di marzo, purché acquistato prima del giorno 10.

Al momento è attiva unicamente la procedura di rimborso per gli abbonamenti emessi informaticamente. Per gli abbonamenti cartacei, quelli su cui ci si scrive sopra a penna il proprio nome, la procedura sarà prossimamente disponibile. Premurati di conservare l’abbonamento in attesa di comunicazioni.

Il voucher può essere speso unicamente presso le biglietterie aziendali (le cosiddette CORE) oppure presso le rivendite ACTIVE, che sono le rivendite sul territorio munite di terminale (edicole, tabaccherie, supermercati, ecc.). Trovi la localizzazione delle rivendite CORE e ACTIVE sulla mappa presente in fondo a questa pagina.

No, non si può. A seguito del subentro del nuovo gestore del servizio di trasporto pubblico locale lo scorso 11 giugno, chi oggi gestisce la piattaforma di webticketing è un soggetto fiscalmente diverso da quello che ha emesso gli abbonamenti per i quali si richiede il rimborso. Questo impedisce purtroppo che il voucher si possa spendere online e, inevitabilmente, costringe a rinunciare allo sconto del 5%.

No, il voucher deve essere speso entro il 31 dicembre. Tuttavia, lo si può utilizzare anche per l’acquisto di biglietti di corsa semplice, biglietti giornalieri o biglietti pluricorse, che non sono nominativi e non hanno una scadenza.

La procedura non è complicata e richiede non più di 10-15 minuti per il suo completamento, ma necessita di un minimo di attenzione. Per evitare il rischio che la domanda venga annullata, segui passo a passo le istruzioni che sono disponibili qui e leggi con attenzione queste domande e risposte.

Fai attenzione ai dati che hai inserito nei rispettivi campi: è sufficiente un errore di battitura nel nome, nel cognome, nella data di nascita o nell'indicazione del sesso perché il sistema rilevi una incongruenza con il codice fiscale e impedisca pertanto di proseguire.

No, il rimborso è nominativo: per ciascun membro della famiglia avente diritto va presentata una domanda separata.

No, il voucher può essere speso unicamente presso l'azienda che lo ha emesso. Ricorda però che hai la possibilità di acquistare con il voucher anche biglietti di corsa semplice, biglietti giornalieri o biglietti pluricorse, che non sono nominativi e non hanno una scadenza.

Per gli abbonamenti cartacei non emessi informaticamente non esiste ancora un procedura per i rimborsi. La procedura sarà tuttavia attivata nelle prossime settimane. Si raccomanda di conservare integro l’abbonamento in attesa di comunicazioni.

Abbonamenti agevolati per studenti residenti

L'agevolazione consiste in uno sconto del 50% sugli abbonamenti del servizio di trasporto pubblico locale per gli studenti residenti in Friuli Venezia Giulia e con un'età inferiore ai 27 anni.

No, gli abbonamenti agevolati hanno la stessa validità di un normale abbonamento. Se si acquista per esempio un abbonamento urbano agevolato per l'intera rete, si può viaggiare 7 giorni su 7 e per corse illimitate, e non solo sul tragitto casa-scuola.

Per accedere all'agevolazione bisogna compilare l'autocertificazione disponibile sulla piattaforma di webticketing e caricare un documento d'identità intestato alla persona che autocertifica. Se lo studente è minorenne, l'autocertificazione deve essere presentata da uno dei due genitori o da chi ne fa le veci e, anche in questo caso, il documento d'identità allegato deve essere quello della persona che autocertifica e non quello dello studente.

Per accedere alla piattaforma di webticketing, è prima necessario registrarsi.

La domanda può essere annullata per diversi motivi. Per esempio, i documenti caricati possono risultare incompleti o non leggibili. In particolare:

  1. assicurati di aver caricato l’autocertificazione regolarmente sottoscritta (il file deve essere unico anche se le pagine sono due);
  2. assicurati di aver caricato entrambi i lati di un documento d’identità in corso di validità: il documento deve sempre corrispondere alla persona che autocertifica;
  3. nel caso l’abbonamento per il quale si chiede l'agevolazione sia intestato a un minore, l’autocertificazione deve essere fatta da uno dei due genitori o da chi ne fa le veci e il documento allegato deve essere, anche in questo caso, quello della persona che autocertifica e non quello dell’intestatario dell’abbonamento.

No, per accedere all'agevolazione è sufficiente che lo studente sia residente in Friuli Venezia Giulia, che sia regolarmente iscritto a una scuola dell'obbligo, a un istituto superiore o a un'università e che non abbia ancora compiuto il ventisettesimo anno di età.

Fai attenzione ai dati che hai inserito nei rispettivi campi: è sufficiente un errore di battitura nel nome, nel cognome, nella data di nascita o nell'indicazione del sesso perché il sistema rilevi una incongruenza con il codice fiscale e impedisca di proseguire.

Nel caso ci siano più figli aventi diritto all'agevolazione all'interno dello stesso nucleo familiare, la domanda deve essere unica e deve comprendere tutti coloro che vi possono accedere. Nel caso sia già stata presentata una domanda separata, ne deve essere richiesto l'annullamento.

No, l’agevolazione regionale non può essere contestualmente concessa per due diversi servizi urbani. Quindi, se uno studente di Trieste frequenta l’Università a Udine, dovrà scegliere se chiedere l’agevolazione per Trieste o se chiederla per Udine.

No, è stato adottato per errore un modello di autocertificazione in vigore fino allo scorso anno: da quest’anno non esistono vincoli territoriali di alcun tipo. Non serve pertanto risiedere in un comune diverso da quello dove si studia né è necessario usare più di una linea per poter acquistare l’abbonamento agevolato all'intera rete. Gli unici requisiti per accedere all’agevolazione sono risiedere in Friuli Venezia Giulia, avere meno di 27 anni di età ed essere regolarmente iscritti a una scuola o a un ateneo in regione.

Sì, l’abbonamento agevolato alla rete urbana può essere utilizzato 7 giorni su 7, per corse illimitate, e non solo sul tragitto casa-scuola.

Le regole di viaggio in emergenza sanitaria

La mascherina sui mezzi del servizio di trasporto pubblico locale è sempre obbligatoria per l'intera durata del viaggio: deve essere correttamente indossata e deve adeguatamente coprire naso e bocca. La polizia locale e le forze di polizia eseguono quotidiani controlli su tutta la rete, anche in borghese. La sanzione in misura ridotta per chi viaggia senza mascherina è di 533,33 euro (373,33 se si paga entro il quinto giorno). Sono esentate dall'indossare la macherina le persone con disabilità o con problemi medici certificati che ne impediscano l'uso.

La sanzione in misura ridotta per chi viaggia senza mascherina a bordo dei mezzi del servizio di trasporto pubblico locale è di 533,33 euro (373,33 se si paga entro il quito giorno).

Sì, la mascherina va sempre indossata anche nelle autostazioni e alle fermate, soprattutto in presenza di altre persone. Si tratta prima di tutto di una regola di buon senso e di un atto di rispetto per chi ci sta accanto.

Tesserini d'identità

Il tesserino provvisorio ha una validità di due mesi dalla data di acquisto. Tuttavia, se il tesserino definitivo non dovesse essere recapitato in tempo, il tesserino provvisorio deve intendersi validamente utilizzabile anche dopo il secondo mese. Il codice cliente riportato sul tesserino provvisorio può essere normalmente utilizzato per effettuare acquisti sulla piattaforma di webticketing.

Abbonamenti misti

Gli abbonamenti misti si possono sottoscrivere alla biglietteria centrale di Monfalcone (dal lunedì al sabato dalle 7:00 alle 19:00) oppure presso la biglietteria dell’autostazione di Trieste (dal lunedì al sabato dalle 6:30 alle 18:40 e la domenica dalle 6:30 alle 14:00).

Show main menu