Sono quattro le aziende che formano il consorzio TPL FVG, quattro realtà storiche, estremamente radicate sul territorio che mettono insieme le proprie esperienze decennali e la profonda conoscenza delle esigenze della mobilità regionale.

map.png

atap logo

ATAP SpA
Pordenone

La Società
ATAP da oltre quarant’anni è presente sul territorio della provincia di Pordenone per la gestione del trasporto pubblico. La missione di ATAP è quella di essere un punto di riferimento e un fattore decisivo nel sistema della mobilità integrata per qualità, sicurezza e competitività nel pieno rispetto dell'ambiente, in costante aderenza con i continui mutamenti socio - territoriali e con il fine ultimo di partecipare allo sviluppo del territorio grazie ad un servizio atto a soddisfare le aspettative della clientela.
ATAP SpA è una società per azioni privata a maggioranza pubblica costituita per il 93,75% dai Comuni della provincia di Pordenone, e per la parte restante da azioni proprie, Nuovo Trasporto Triveneto Srl e soci persone fisiche (dipendenti o ex dipendenti).
www.atap.pn.it/it/

I numeri (2019)
Passeggeri annui: più di 11 milioni
Volumi di servizio: 8,7 milioni di Bus/km
Il parco mezzi: 163 veicoli
Dipendenti totali: 253

I servizi
Trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano
Servizi turistici
Noleggio autobus
Servizi aggiuntivi e atipici
Scuolabus

Certificazioni

  • UNI ISO 9001 (qualità)   
  • UNI ISO 14001 (ambiente)
  • UNI ISO 45001 (sicurezza) 
  • UNI EN 13816 (qualità del servizio)
  • UNI ISO 39001 (sicurezza stradale)

cert-PN

SAF logo

Autoservizi F.V.G. SpA -SAF
Udine

La Società
SAF, società partecipata al 60% da Arriva Italia (società del gruppo internazionale Arriva plc attiva in 14 Paesi europei), gestisce il servizio di trasporto pubblico locale nella città e nella provincia di Udine. Know-how, tecnologia e rispetto per l’ambiente distinguono SAF, da sempre all’avanguardia nel settore della mobilità. L’azienda è caratterizzata da un forte radicamento al territorio ma è proiettata verso la mobilità del futuro, per garantire ai passeggeri un’offerta di elevata qualità in linea con gli standard europei attraverso servizi efficienti, puntuali e sempre nella massima sicurezza. 
www.saf.ud.it

I numeri (2019)
Passeggeri annui: più di 25 milioni
Volumi di servizio: 17 milioni di Bus/km
Il parco mezzi: 397 veicoli
Dipendenti totali: 600

I servizi
Trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano
Linea marittima
Linee internazionali
Servizi turistici
Noleggio autobus
Servizi aggiuntivi e atipici
Scuolabus

Certificazioni

  • ISO 9001 (qualità)    
  • ISO 14001 (ambiente)
  • BS OHSAS 18001 (sicurezza) 
  • UNI 13816 (qualità del servizio)
Schermata 2020-04-20 alle 14.32.41.png

apt logo

APT SpA
Gorizia

La Società
L'Azienda Provinciale Trasporti da oltre quarant’anni è il riferimento del trasporto pubblico nell'isontino; ha accompagnato lo sviluppo economico e sociale delle città e dei centri più piccoli collegando con efficienza quartieri e paesi, scuole e luoghi di lavoro;  connette il polo intermodale del Trieste Airport con le città di Trieste, Udine, Gorizia e d’estate diventa protagonista della mobilità via terra e via mare verso le località turistiche e balneari della regione. L’attenzione costante per il cliente, la collaborazione con le realtà territoriali, l’impegno per la sicurezza di viaggiatori e personale, il mantenimento degli standard europei di qualità i punti di forza.
La  compagine sociale di APT SpA è costituita per il 69,06%  dai Comuni della provincia di Gorizia e per la parte restante da ATAP SpA, AMT Trasporti in liq, Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.
www.aptgorizia.it

I numeri
Passeggeri annui: 5,9 milioni (2019)
Volumi di servizio: 5,6 milioni di km (2019)
l parco mezzi: 145 (di cui 117 TPL e 2 elettrici)
Dipendenti: 210

I  servizi
Trasporto pubblico urbano nelle città di Gorizia, di Grado e nell’area del Monfalconese
Trasporto pubblico extraurbano
Servizio Bicibus
Linea marittima
Linea urbana internazionale
Noleggio autobus con conducente
Scuolabus
Servizi aggiuntivi e atipici

Certificazioni

  • UNI EN ISO 9001:2015
  • UNI EN ISO 14001:2015
  • UNI ISO 45001:2018
  • UNI EN 13816:2002
cert-GO

tt logo

Trieste Trasporti
Trieste

La Società
Trieste Trasporti, partecipata per il 40% da Arriva, è la società che gestisce il servizio di trasporto pubblico locale urbano nella città di Trieste e nella relativa provincia.
Una tradizione centenaria, unita alle più moderne tecnologie, consente a Trieste Trasporti di fornire il miglior servizio possibile ai passeggeri in termini di puntualità, efficienza e soprattutto sicurezza. Grazie al continuo ammodernamento della flotta (età media di 4 anni) e all'introduzione sperimentale di una linea elettrica, Trieste Trasporti dimostra un impegno concreto nei confronti delle tematiche ambientali.
www.triestetrasporti.it

I Numeri (2019)
Passeggeri annui: 66,8 milioni
Volumi di servizio: 13,3 milioni di Bus/km 
Il parco mezzi: 288 veicoli
Dipendenti totali: 781

I Servizi
Trasporto pubblico locale urbano
Trenovia Trieste – Opicina
Scuolabus
Collegamenti marittimi (Trieste – Muggia e Trieste – Barcola – Grignano – Sistiana)

Certificazioni

  • UNI EN ISO 9001:2008
  • UNI EN ISO 14001:2004
  • UNI EN ISO 45001:2018
  • UNI EN 13816:2002
cert

Glossario delle Certificazioni

Un processo di continuo miglioramento delle prestazioni, finalizzato a fornire servizi che corrispondano costantemente ai requisiti fissati, con massima efficienza ed efficacia, per la piena soddisfazione del Cliente

Sistema di controllo e di mantenimento della conformità alle normative specifiche volte alla salvaguardia dell'ambiente: massima attenzione alla riduzione dei consumi, razionalizzazione dei comportamenti, adozione delle soluzioni per conseguire maggiori rese energetiche dagli impianti e a ridurre e prevenire l'inquinamento.

Sistema di gestione che si pone l’obiettivo di realizzare le migliori condizioni di lavoro nell'organizzazione: diminuire gli incidenti e le malattie, coinvolgere e motivare il personale grazie a migliori e più sicure condizioni di lavoro secondo standard internazionali.
Identifica i pericoli, valuta i rischi e individua le modalità di controllo per il mantenimento della conformità alle norme cogenti e volontarie.

La nuova norma per la sicurezza e salute nei luoghi di lavoro UNI ISO 45001:2018 va a sostituire la precedente forma di certificazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BS OHSAS 18001:2007. Il suo scopo è fornire uno strumento per poter predisporre luoghi di lavoro sicuri, attuare pratiche atte a prevenire ed evitare il verificarsi di situazioni di infortunio e malattia professionale e migliorare nel tempo le prestazioni in questi aspetti dell’attività aziendale.

La norma prevede un metodo, già introdotto nei Sistemi di Gestione della Qualità e dell’Ambiente a seguito della modifica delle rispettive norme intervenuta nel 2015, di approccio basato sul rischio e sull’individuazione delle opportunità di miglioramento, che scaturiscono non solo da eventi critici come le Non Conformità, ma anche e soprattutto dal monitoraggio dei processi e dall’andamento degli indicatori ad essi correlati.

Viene inoltre richiesto un controllo, da parte dell’Azienda, ancora più puntuale ed accurato sui requisiti dei propri fornitori e soprattutto dei prestatori di servizi in outsourcing, che devono attestare il rispetto degli adempimenti previsti per la tutela della salute e sicurezza dei propri dipendenti impiegati nelle attività oggetto di contratto con la nostra Azienda.

Tale controllo consente non solo di tutelare maggiormente l’Azienda e monitorare il livello e la conformità delle forniture ricevute e dei servizi offerti al cliente o committente attraverso i prestatori di servizi, ma anche e soprattutto di estendere alla catena di fornitura il circolo “virtuoso” del rispetto della normativa vigente e della cultura in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Determina la qualità del servizio nel Trasporto Pubblico di Passeggeri. La misurazione del servizio avviene dal punto di vista del cliente come rapporto qualità attesa/qualità percepita, e dal punto di vista dell'erogatore come rapporto qualità progettata/qualità erogata.

Specifica i requisiti per il sistema di gestione in sicurezza del traffico stradale (RTS – Road traffic safety) per consentire a un’organizzazione che interagisce con il sistema del traffico stradale di ridurre le morti e le lesioni gravi dovute agli incidenti stradali sui quali può intervenire.

Show main menu